Vuoi sapere come Officine Farneto sta affrontando l’emergenza Coronavirus ? Scopri tutte le nostre iniziative anti COVID

Apri un coworking e business center

Officine Farneto è stato uno dei primi Business Center di Roma. Fu aperto nel 2003 e immediatamente ha riscontrato un successo inaspettato, grazie ad una visione mitteleuropea e all’avanguardia nella progettazione e nella realizzazione di spazi per uffici condivisi e/o privati.

Oggi stiamo evolvendo la nostra attività, non solo nell’espansione dell’azienda, ma vogliamo mettere a disposizione la nostra esperienza di successo, in favore di chi ha il coraggio di investire in una attività in continua espansione. Possiamo aiutarti a progettare e ad aprire il tuo Business Center.

Il nostro intervento consiste in:

Fase 1: Analysis

  • valutare la capacità di reddito dello spazio e la sua conformità all’attività.
  • individuare le carenze e focalizzare i punti di forza su cui investire
  • analisi dei competitor/comparable

Fase 2: Defining objectives

  • definizione del target
  • servizi da proporre e prezzi

Fase 3: Activities planning & strategy

  • sviluppare un business plan credibile
  • progettazione degli spazi, e individuazione delle tecnologie e attrezzature necessarie
  • sviluppare una strategia di comunicazione: digital strategy, ADV, social…
  • selezione e formazione del personale
  • definizione delle procedure, modulistica e contrattualistica standard

Flessibilità

Flessibilità

La progettazione degli spazi è una fase molto complessa che deve tenere conto di tutti i servizi che possono essere offerti e la massima flessibilità possibile per arredi e impianti.

Stile

Flessibilità

Ogni spazio ha il suo stile. Ogni cliente ha le sue necessità e vuole sentire proprio lo spazio in cui lavora.

Investire in Uffici arredati e coworking

Da una recente analisi del mercato risulterebbe che solo il 30% dei coworking in Italia ha un bilancio in attivo e genera profitti.

3 anni di StartUp

I coworking e gli uffuici arredati in Italia si muovono in un mercato ancora giovane, da esplorare in attesa che esploda come nel reto dell’Europa e ancora di più nel resto del mondo. Infatti solo dopo 3 anni di attività le perdite scendono significativamente e permettono ai proprietari di cominciare a trarre profitti.

Uno spazio di successo in Italia

L’investimento medio dei coworking italiani si aggira intorno ai 50 mila euro, solo il 13% investe oltre 100 mila euro. In base alla ricerca risulta che sotto i 10 coworkers in media all’anno non si va da nessuna parte (e probabilmente non ci si potrebbe definire coworking). La soglia di membri per il raggiungimento della redditività resta intorno alle 20 postazioni. Funzionano quelli che occupano 100mq, poiché l’affitto pesa circa il 41% del totale delle uscite. (fonte: https://www.digital-stories.it/)